La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 23 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Consiglio regionale, approvato il Bilancio di previsione 23-25

Per l’esercizio 2023 sono previste entrate e spese di competenza per oltre 20 miliardi euro e di cassa per oltre 16,6 miliardi. Per i due anni successivi le entrate previste sono di oltre 19 miliardi.

La Guida - Consiglio regionale, approvato il Bilancio di previsione 23-25

Torino – Con 27 sì e 14 no è stato approvato il Bilancio di previsione finanziario 2023-2025. Per l’esercizio 2023 sono previste entrate e spese di competenza per oltre 20 miliardi euro e di cassa per oltre 16,6 miliardi. Per i due anni successivi le entrate previste sono di oltre 19 miliardi.Favorevoli le dichiarazioni di voto di maggioranza, negative quelle di opposizione. Sono stati approvati anche diversi ordini del giorno collegati al testo compreso quello presentato dalla Lega, che prevede il taglio del bollo auto per le auto meno inquinanti.

I commenti della maggioranza

L’assessore al Bilancio ha specificato come le entrate siano assolutamente certe: “Non è stato fatto alcun aumento delle tasse e la cosa non era scontata. Non sono stati effettuati tagli agli assessorati rispetto allo scorso anno e ci sono anche ritocchi al rialzo. Tutto ciò è stato conseguito pur dovendo, ad esempio, restituire 13 milioni allo Stato per il lavoro agile e 18 milioni riferiti ai bolli auto del 2012”. Il capogruppo della Lega ha controbattuto all’accusa che il Piemonte non sia in linea con le altre Regioni per quanto riguarda le risorse del Pnrr, evidenziando poi le voci più importanti, tra tutte i 237 milioni per il cofinanziamento del programma regionale Fse plus 2021-27 (Fondo sociale), oltre alla possibile accensione di mutui per la progettazione di nuovi ospedali. Malgrado la rata mutui di oltre 600 milioni l’anno, la Lega sottolinea che il Bilancio non taglia spese e non aumenta tasse. Il consigliere Fdi che presiede la Commissione Bilancio, ha parlato di un documento credibile e coraggioso, che non aumenta le tasse e non taglia i servizi, riuscendo anche a realizzare investimenti per lo sviluppo. Sulla stessa linea Fi che, nell’annunciare voto favorevole, ha definito il Bilancio 2023-25 buono, non elettorale, ma al contrario serio e che mantiene in corretto equilibrio i conti, senza togliere fondi rispetto all’anno scorso.

I commenti dell’opposizione

La consigliera M4o-Up ha lamentato una scarsa copertura delle graduatorie per i voucher trasporti e libri di testo, la poca attenzione per la scuola pubblica; il consigliere dei Moderati ha ricordato d’essersi battuto per ottenere più risorse a tutela di la libertà d’istruzione e diritto allo studio, nonché per il sostegno al Terzo settore, alle politiche materno-infantili e alla disabilità. L’intervento del Pd ha definito gli annunci della Giunta assai difficili da realizzare, senza assunzioni nella sanità e fondi per gli ospedali, con entrate sovrastimate e promesse di riduzioni fiscali ma senza chiarire i relativi necessari tagli ai servizi. Per il Pd manca una grande visione strategica del Piemonte. Per la capogruppo M5s l’unica azione positiva sarebbe stata quella di depennare il bollo per le auto ecologiche e non è stato fatto perché la proposta è arrivata fuori tempo massimo e, inoltre, si denuncia la mancanza di sostegni alle famiglie; giudizio negativo anche da Luv, che ha parlato di un bilancio che guarda più al megafono degli annunci che alla reale ricerca della soluzione delle problematiche: forti critiche al fondo Vita Nascente. Scarsa attenzione al tema della legalità, al cambiamento climatico e alla bonifica da amianto, sono i nodi critici sostenuti dal consigliere di Europa Verde. Anche lui è tornato sulla vicenda del bollo auto, che andava gestita a suo avviso in maniera più equa.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente